annunciazione

Circolare di sr. Antonella, Responsabile generale, in occasione della Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, giorno in cui la nostra congregazione celebra l’anniversario di fondazione. Quest’anno abbiamo celebrato 86 anni.

Venga il Tuo Regno

8 dicembre 2022

Carissime sorelle,
In questa solennità dell’Immacolata, voglio invitarvi a guardare a Maria e alla sua risposta all’angelo Gabriele: Ecco sono la serva del Signore. La prontezza del primo sì nella partecipazione al piano di salvezza, mostra una delle virtù che caratterizzerà l’intera esistenza di Maria: essere donna obbediente.
La risposta di Maria all’angelo Gabriele la tradurrei anche così: io sono disposta a conoscere il Signore, a servirlo incondizionatamente, con tutta la mia vita, secondo il suo progetto; sono disposta a fare quello che lui vuole, vivendo quello che lui vuole.
Maria aveva una conoscenza di Dio non puramente intellettuale ma così profonda ed esperienziale da divenire orientamento di vita. Si riconosceva, fondamentalmente, creatura dipendente da Dio Creatore, una consapevolezza che è diventata esplosione di gioia nel canto
del Magnificat. Questa è la vera sapienza, questo è il terreno sul quale fiorisce la nostra vocazione, questo il segreto della nostra obbedienza.
Ecco sono la serva del Signore” è risposta che scaturisce dalla conoscenza di Dio e dal desiderio di fare in tutto ciò che piace a Lui, certe che solo la sua volontà conta, il resto è nulla” (Cfr. C 7). Così è stato per Maria in tutte le tappe della sua vita di donna, di madre e discepola del suo Figlio. Così è per noi che vogliamo continuare la missione di Gesù.
Il desiderio di fare ciò che piace al Signore a volte divampa in noi come un fuoco, e infiamma tutto il nostro essere, ci fa sentire la vitalità di amare e di fare il bene; a volte, più sommessamente, è brace nascosta che semplicemente mantiene accesa la fiamma. Fuoco
ardente o tizzone invisibilmente incandescente, che importa? “In fin dei conti – diceva Giuseppina Rodolfi – mi pare che obbedienza è amore”. Obbedienza è la capacità – che per grazia ci è data – di impegnare il nostro cuore, la nostra libertà fino ad amare come Gesù ha
amato per la salvezza del mondo.
Ecco sono la serva del Signore, sarà anche la nostra risposta se sappiamo entrare nella prospettiva di Dio, capaci di vedere il mondo come lo vede il suo Figlio Gesù, di amare le anime come le ama lui, senza lasciarci travolgere dagli sconvolgimenti della storia.
Ecco sono la serva del Signore, sarà la nostra risposta se sappiamo obbedire alla realtà che abitiamo fatta di situazioni e circostanze di morte e risurrezione a livello personale, ecclesiale e sociale, con sentimenti di affidamento, nella certezza che nulla potrà mai separarci dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù nostro Signore.
Ecco sono la serva del Signore, sarà la nostra risposta se riconosciamo in chi ci vive accanto un valore e un bene importante per la nostra vita; se sappiamo rinunciare anche ai nostri interessi e diritti per partecipare delle sue ferite e fragilità e accoglierlo nella nostra casa, sull’esempio di Maria sotto la croce, che ha accolto la nuova maternità come un servizio di amore.
In questa solennità a noi tanto cara, chiediamo a Maria la gioia dell’abbandono filiale per mettere la nostra vita a completa disposizione del Regno.
Insieme alle sorelle della delegazione Delhi, auguro a tutte una serena Solennità dell’Immacolata!
Con affetto,

Sr. Antonella Tovaglieri
Responsabile Generale

0 Comments

Leave a reply

©2023 Missionárias Da Imacolada PIME - credits: Mediaera Srl

Log in with your credentials

Forgot your details?